giovedì 3 maggio 2018

LACTOJOY - LA GIOIA PER GLI INTOLLERANTI AL LATTOSIO



L'intolleranza al lattosio è un problema che accomuna molte persone. Negli ultimi anni, in particolar modo, è stata data più rilevanza a chi ne soffre e sono stati commercializzati milioni di prodotti alimentari privi di lattosio.

Il problema sorge quando si è "fuori casa" e certe accortezze non vengono nemmeno lontanamente pensate. 

Anni fa ho avuto una forte intolleranza al glutine (da non poter toccare nulla, non scherzo) e la difficoltà nel reperire alimenti gluten free (li trovavo solo in farmacia) era "devastante". Non vi dico delle serate con gli amici a cui ho dovuto rinunciare perché era davvero difficile trovare ristoratori che tenessero una cucina adatta al mio problema.

In ogni caso, passato il periodo "no glutine", il mio corpo ha generato problematiche anche con altri alimenti che, in determinati momenti, irritano notevolmente il mio intestino, come il lattosio


Rinunciare alle uscite o a certi alimenti credo non sia nelle corde di nessuno di noi. Ma per capire meglio il problema e parlarvi della soluzione, voglio spiegare cosa è l'intolleranza al lattosio. 

L’intolleranza al lattosio si verifica in caso di deficienza di lattasi, l’enzima in grado di scindere il lattosio presente nel latte (di mucca, di capra, di asina oltre che latte materno), in glucosio e galattosio, con la conseguente non digestione dello stesso. Quando il lattosio non viene correttamente digerito, rimane nell'intestino e viene fatto fermentare dalla flora batterica intestinale. 

I sintomi sono davvero fastidiosi e poco eleganti.

Per fortuna esiste una risposta valida a questo problema. Non è una cura, che sia chiaro, ma un valido aiuto per tutti gli intolleranti al lattosio.


L'integratore di lattasi LACTOJOY sarà la nostra svolta e, finalmente, potremo vivere la quotidianità in maniera più rilassata e senza troppi pensieri sul come, cosa o dove mangiare.

LACTOJOY aiuta la digestione del lattosio, riducendo al minimo o eliminando del tutto i disturbi digestivi correlati.

Inoltre, il suo packaging in metallo simile ad una scatolina con delle mentine, si sposa nel migliore dei modi al nostro stile di vita contemporaneo, eliminando così le obsolete confezioni dei classici medicinali.

Un design unico ed accattivante ed una prestazione elevata che ci permetterà di mangiare ancora una volta ciò che vogliamo, senza più rinunce anche con amici o colleghi.


IN COSA SI DIFFERENZIA LACTOJOY RISPETTO AD ALTRI INTEGRATORI DI LATTASI IN COMMERCIO? 

Tutti gli integratori di lattasi in commercio sono pieni di additivi, quali amidi, diossido di silicio (E551), biossido di Titanio (E171), edulcoranti ecc. LactoJoy, invece, ha scelto una formulazione contenente solo l’enzima Lattasi, composto esclusivamente da fibre vegetali e fecola di patate biologica.

Inoltre, in commercio esistono integratori di lattasi con un basso dosaggio e costi nettamente più elevati. LactoJoy ha optato per un alto dosaggio di 14.500 unità FCC di lattasi con la possibilità, grazie alle linee di pre-rottura, di dimezzare facilmente la compressa, nel caso in cui si debba mangiare solo un pezzo di cioccolato al latte. 


Insomma, con LACTOJOY che sia pizza, panna, crema pasticcera, o una mozzarella di bufala, oppure un buonissimo e gustoso cannolo, non avrete più scuse.

Se vi ho convinti, potrete acquistare il prodotto qui e seguiteli su Facebook e Instagram
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015