venerdì 3 novembre 2017

TRAIL RUNNING A MONTEVECCHIA CON KALENJI BY DECATHLON


Mi avete seguita la scorsa settimana su IG Stories e gli altri canali social (Facebook - Twitter - Instagram)? Se non lo avete fatto vi siete persi dei momenti incredibili in posti eccezionali. Male, molto male.

Anche se ancora non è Natale, io mi sento "buona" e voglio farvi vivere o rivivere quei momenti in cima alle colline di Montevecchia, in provincia di Lecco, insieme a DecathlonItalia.

Cosa facevo a Montevecchia con Decathlon? 
Il mio compito era testare le nuovissime scarpe Kiprun Trail MT diKalenji by Decathlon.

Ma perché proprio a Montevecchia? 
La storia è lunga e non è semplice farla breve, ma ci proverò!

Le Kiprun Trail MT di Kalenji by Decathlon sono state progettate per i praticanti/amatori di trail e ultra trail. Con le Kiprun Trail MT ai vostri piedi i terreni rocciosi non avranno più segreti. 

Nelle colline di Montevecchia abbiamo trovato il terreno ideale per un test approfondito data la vastità di terreni di diversa difficoltà e fattura.


Durante il test mi veniva in mente Lucio Battisti e la sua "Io vorrei...Non vorrei...Ma se vuoi..."!!!
...Le distese azzurre 
e le verdi terre 
Le discese ardite 
e le risalite 
su nel cielo aperto 
e poi giù il deserto 
e poi ancora in alto 
con un grande salto...


Ebbene si...partita dal rifugio CAI di Montevecchia (circa 280 mt di altitudine), immersa nella natura, pronta a dare il meglio di me, tra un sasso ed un altro, tra foglie e tronchi d'albero "insidiosi", tra mucche e steccati, tra ricci di castagne e dislivelli paura, il primo stop è stato nel bucolico paesino di Montevecchia (circa 480 mt di altitudine).


Un primo passo verso la "beatitudine", dopo i 200 mt di dislivello affrontati in salita. Un piccolo ristoro ci attendeva con acqua e frutta secca, godendo di un panorama mozzafiato dal punto più alto della collina di Montevecchia, dove si erge il Santuario della Beata Vergine del Carmelo di origini medievali.

Ma dopo tanto salire si riparte per la ripida discesa. E non pensate che sia così semplice. Senza entrare troppo nelle specifiche tecniche, per correre in salita è necessario un lavoro muscolare performante, dai muscoli glutei al quadricipite, dall'ileopsoas al tricipite surale; correre in discesa, invece, produce notevoli shock a livello delle articolazioni dell'arto inferiore e della colonna vertebrale.

Ecco perché è importante una scarpa tecnica che abbia caratteristiche quali massimo comfort e ammortizzazione in primis, come le nuove Kiprun Trail MT di Kalenji.


La Kiprun Trail MT si adatta a tutte le falcate grazie al concept esclusivo K-only che si concretizza ancora di più con l’aggiunta di un inserto Pebax® sul mesopiede e di una parte a doppia densità sotto il primo metatarso. 

La K-Only è il risultato di uno studio bio-meccanico interno e di un’osservazione longitudinale di 6 mesi condotto su 372 corridori dal Luxembourg Institute of Health. 

Questa collaborazione tra Kalenji, Decathlon SportLabs e il LIH ha permesso di studiare l’impatto del tipo di scarpa sugli infortuni legati al running e di verificare quale modello fosse più adatto a tutte le falcate.


I tasselli di 5mm assicurano una presa e un’aderenza su terreni duri. Inoltre, il concetto d’ammortizzamento K-Ring e il nuovo componente esclusivo Kalenji nella suola garantiscono un comfort ottimale.

K-Ring è un materiale in schiuma EVA che assorbe gli impatti. Ha una forma circolare che garantisce una migliore deformazione e un’apertura al centro per proteggere il tallone.

Altri vantaggi della Kiprun Trail MT?
1. Il puntale rinforzato che protegge dagli urti con gli elementi naturali;
2. La tasca sulla linguetta che permette di riporre le stringhe, evitando che s’impiglino su rami e sterpaglie, che si slaccino e che si sporchino;
3. Il suo rivestimento interno che protegge dal passaggio della polvere e della sabbiolina all'interno della scarpa.

Infine, il suo prezzo di € 79,99 ed il peso di circa 320 gr.

Ma Kalenji ha pensato anche ad una linea di abbigliamento per uomo e donna dedicata al trail running e che vedete indossata durante l'experience.

Un appareal esteticamente bello e curato in ogni dettaglio, ma anche comodo, pratico e funzionale.

La t-shirt per gli allenamenti e le gare di trail con tempo fresco o freddo è traspirante, resistente e di rapida asciugatura. 

Tasche a rete e zip sul collo per il massimo comfort ed estremamente pratica per indossare una sacca d’acqua. Le tasche sulla schiena rendono più facile il trasporto dei gel.

I corsari a compressione, mediante l'applicazione di pressioni su diverse zone della coscia, permettono di mantenere i muscoli e diminuire la stanchezza durante la corsa. 

La riduzione delle vibrazioni muscolari permette anche di migliorare il comfort nella corsa e di ridurre i dolori.

I corsari a compressione sono, inoltre, dotati di ben 5 tasche:

- davanti, con zip per mettere lo smartphone (140x70 mm);
 
- dietro al centro, con zip per mettere una flask da 250 ml;

- su entrambi i lati della tasca sulla schiena, 2 tasche a rete dove si possono tranquillamente mettere 3 gel in ciascuna tasca;

- infine, un taschino interno in vita per mettere le chiavi della macchina o un fazzoletto.


Il gilet antivento è una comoda giacca smanicata leggerissima che si ripiega nella sua stessa tasca; un largo elastico permette di tenere la giacca nella tasca e di portarla intorno alla mano. 

Il gilet è fornito di:

- un taschino sul petto per poter mettere piccoli oggetti: chiavi, gel..

- una grande tasca sulla schiena con zip e scomparti, perfetta per mettere guanti, cappellino, manicotti.

Inoltre, la giacca ha il collo alto fino a sotto il mento, in tessuto morbido, per proteggere il collo da temperature più fresche.


Non possono mancare di certo gli accessori da trail running che sono stati migliorati e resi ancora più comodi e funzionali:

1. Run Light 100 e Run Light 250

La prima è una lampada alimentata da 3 pile non ricaricabili che garantiscono un’autonomia di 4,5 ore con una potenza massima di 100 lumens; la seconda, invece, è la versione “aggiornata” del prodotto lanciato nel 2014.

I suoi principali punti forti rispetto alla versione precedente:

- il fascio luminoso è orientabile in verticale per permettere di illuminare i piedi del runner perfino in discesa (anche per i trail più duri).

- una piccola “visiera” per proteggere il runner dall’abbagliamento del fascio luminoso sul davanti

- l’autonomia della batteria ricaricabile è prolungata del 25% (5,5 ore a 125 lumens /2,5 ore a 250 lumens) e il livello di carica è indicato all’accensione, dai led di segnalazione posti sulla batteria posteriore.

- il prodotto è più leggero del 20% rispetto al modello precedente: 162 grammi (contro i 200 di prima)

- un supporto zaino incluso per agganciare la lampada allo zaino per l'idratazione o da trail in un secondo

- il prodotto può essere posizionato sulle spalle e il sistema di regolazione e di sistemazione delle cinghie è più confortevole

- la visibilità del runner è migliorata grazie a 3 LED lampeggianti sul corpo posteriore della batteria e alle fasce riflettenti che foderano le cinghie elastiche.

- il prodotto è disponibile in 2 colori: nero/grigio; bianco/verde


2. Cintura running 2 borracce 250 ml, è una comoda cintura per trasportare 2 borracce da 250ml e altri piccoli oggetti: telefono, chiavi, cibo... su questa cintura è possibile inserire la pochette KALENJI e altre piccole borracce!

Inoltre, è molto leggera e si adatta bene a tutte le corporature grazie alla cintura elastica e regolabile. 


Cosa aggiungere? L'avventura è stata come sempre divertente e le mie articolazioni hanno retto bene. Sono pronta a nuove sfide e già alla ricerca di qualche terreno da solcare nell'oltrepo pavese.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015