venerdì 17 giugno 2016

ADRENALINA A 360° GRAZIE A SESIA RAFTING


Se avete voglia di un'esperienza unica, immersi nella natura più incontaminata, se avete voglia di avventura e l'acqua non vi fa paura, se amate lo sport in ogni sua forma, il rafting fa per voi. Ho avuto il piacere di fare questa esperienza lo scorso 8 giugno al Centro Sesia Rafting, il primo centro in Italia, fondato da Emanuele Bernasconi nel 1978, e che adesso gestisce la figlia Monica in modo professionale e competente.


La sede dell'Associazione Sportiva Sesia Rafting si trova a Vocca (VC), in un piccolo paesino ai piedi del Monte Rosa, tra Varallo Sesia ed Alagna. La struttura è immersa in un'area verde di 20mila metri quadrati, in grado di farti estraniare dalla vita quotidiana e farti immergere nel mondo degli sport fluviali.


La Valsesia è famosa come la valle più verde d'Italia, dove la Natura predomina in modo autentico ed irresistibile. Dai ghiacciai del massiccio del Monte Rosa nasce il fiume Sesia, considerato uno dei fiumi più belli d'Europa, caratterizzato dalle sue acque cristalline, limpide e prive di opere antropiche.


La primavera e l'estate sono le stagioni in cui sono praticabili gli sport all'aria aperta: kayak, rafting, hydrospeed, canyoning, ma anche, per chi non ama molto l'acqua, mountain bike, trial, equitazione, arrampicata sportiva, parapendio e trekking sulle splendide montagne valsesiane.


Appena arrivate al Centro Sesia Rafting, prima di farci cavalcare le onde del fiume Sesia, lo staff ci ha dato chiare ed utili nozioni su cosa avremmo affrontato e sul ruolo che avremmo avuto. Il lavoro di squadra è garantito, così come piace a me!


Ecco che indossiamo un'elegantissima muta, un bel giubbotto salvagente, un caschetto omologato ed una pagaia pronta all'uso. Siamo pronte per l'avventura, per la foto di gruppo ed il battesimo dell'acqua, giusto per familiarizzare con la temperatura del Sesia e vi assicuro che non è un'acqua molto calda. La mia faccia dice tutto!



Pronti per cavalcare il Sesia, tutti in "sella" sul raft per questa adrenalica avventura!


Il nostro timoniere e "super coach" Rodrigo, dalla Costa Rica con furore, ci ha subito messi alla prova, facendoci provare sul campo una tecnica di salvataggio. Tra rapide da brividi super adrenalici e paesaggi mozzafiato, tra pazze risate e spruzzi acquosi, abbiamo passato due ore esaltanti e, man mano che passava il tempo, siamo riusciti a prenderci gusto e siamo anche diventati bravini. Due ore volate via con la voglia di ricominciare a scendere le rapide da monte fino a valle, e poi ricominciare ancora, all'infinito. 



E' stato divertente, emozionante, ricco, "pazzesco", adrenalinico, stupefacente, impossibile descrivere ciò che si prova. E' da provare e nient'altro.



Ma il nostro percorso era ormai finito, erano già le 14 e la nostra pancia reclamava cibo a volontà. Così in fretta siamo rientrati al "quartier generale" di Sesia Rafting per una doccia, un cambio d'abito veloce e via verso "Il Gatto e La Volpe", un ristorante caratteristico nel vicino paese Campertogno (località Gabbio)




Una baita ristrutturata in un vero e proprio isolotto, il ristorante "Il Gatto e La Volpe" accoglie gli ospiti in un ambiente caldo, dove oltre ad un'ottima pizza, offre tipici piatti locali a base di polenta, selvaggina, formaggi prodotti nei vicini alpeggi e squisiti dolci fatti in casa.


Dopo un ricco pranzo è giunta l'ora dei saluti, delle foto di rito, dei "tornate presto" e poi via, si rientra a casa, col il cuore pieno di ogni cosa, con la voglia di rimanere lì ancora per qualche giorno di relax e divertimento. Ma la realtà ci attende.


Alla prossima avventura, presto...prestissimo!

13 commenti:

  1. è un esperienza che mi piacerebbe fare,non è da molto che ne ho parlato anche con gli amici,le farò vedere il tuo articolo così forse li convinco :-P grazie!

    RispondiElimina
  2. quanto mi piacerebbe fare rafting pure a me..peccato che qui dalle mie parti non ci sono posti del genere ma prima o poi lo farò...un posto incantevole la valsesia

    RispondiElimina
  3. Wow che bellissima avventura, deve essere stata un'esperienza indimenticabile!

    RispondiElimina
  4. Che coraggio che hai! Non so nuotare perciò ho qualche problema con le attività acquatiche, però immagino che si provino sensazioni indimenticabili

    RispondiElimina
  5. bellissima esperienza, non ho mai fatto rafting, ma mi ha sempre incuriosita, adrenalina allo stato puro, complimenti per la bella giornata

    RispondiElimina
  6. Che incanto Roby. Mi hai fatto tornate voglia di rafting. Chissà quanto ti sei divertita

    RispondiElimina
  7. Bellissima avventura e bellissimo posto adoro questo genere di parchi e di divertimenti a contatto con la natura!

    RispondiElimina
  8. Che esperienza meravigliosa,un avventura emozionante,e che posti meravigliosi !!! Mi piacerebbe provare una cosa cosi bella .

    RispondiElimina
  9. mamma mia che esperienza tutta da provare ma sopratutto a tutta adrenalina hai avuto veramente coraggio

    RispondiElimina
  10. che bella esperienza!! Coraggiosa Io non ci riuscirei avrei troppa paura
    Alessandra

    RispondiElimina
  11. Ma sei proprio una "scatenata" ..... sei bravissima anche in questo sport estremo.... bellissimo il paesaggio....

    RispondiElimina
  12. bellissima esperienza e complimenti per il coraggio....

    RispondiElimina
  13. che belloooo!penso proprio che sia stata per te una bella esperienza indimenticabile.. brava, non fare come me che ho sempre paura ihih Giorgia Minutoli

    RispondiElimina

Thank you so much for this comment. Stay tuned and see you!!
Roberta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015