martedì 16 giugno 2015

REEBOK SPARTAN RACE CONQUISTA MILANO


Dopo il grande successo della prima gara a Orte tenutasi lo scorso aprile, Spartan Race la corsa ad ostacoli numero uno al mondo ha registrato un nuovo record a Milano lo scorso sabato, con un incremento del 30% nelle iscrizioni.



Ma cosa è Spartan Race? 
Spartan Race è una corsa ad ostacoli creata da Joe DeSena e Andy Weinberg nel 2009 e si distingue in tre format, diversificati dalla lunghezza del percorso (5, 13 e 21 chilometri) e dal numero degli ostacoli (naturali ed artificiali) presenti. Possono partecipare uomini e donne di ogni età, a partire dai 18 anni. Per i più piccoli e giovani, invece, esiste la Spartan Junior.
Ogni Spartan Race è a se stante, ma chi partecipa viene cronometrato ed entra nella classifica generale, per poi poter partecipare (in base alla posizione conquistata) ai Campionati Mondiali Spartan Race

Un po' di storia
La prima Spartan Race si disputò nel 2010 a Vermont (USA). Nel 2013 il circuito Reebok Spartan Race comprendeva 60 corse organizzate in tutto il Mondo, con più di 500.000 iscritti tra Stati Uniti, Canada, Messico, Gran Bretagna, Slovacchia, Repubblica Ceca, Francia, Spagna, Australia e Sud Corea.
Reebok Spartan Race, approdata in Italia un anno fa nel centro cittadino di Roma e Milano, quest'anno ha trovato una nuova dimensione all'interno del Crossodromo di Ciglione, reso ancora più ostico dall’alternarsi di pioggia e sole.

Oltre 4.300 atleti tra la prova Spartan Super (13 chilometri e 27 ostacoli) e la prova Spartan Sprint  (6,5 chilometri e 21 ostacoli). Tra i partecipanti della batteria “Elite” di entrambe le gare, sono stati premiati i primi tre uomini e le prime tre donne.

Reebok e Spartan Race hanno annunciato già nel gennaio 2013 una partnership pluriennale, condividendo la mission di trasformare il modo in cui il fitness viene percepito e vissuto. “Reebok crede fermamente che spingendoci al limite e mettendo alla prova la nostra forza di volontà, abbiamo la possibilità di trasformarci non solo fisicamente, ma anche mentalmente e socialmente”, ha spiegato Matt O’Toole, Reebok Brand President. “Adottando questo stile di vita, si entra a far parte di una community di persone unite da uno scopo condiviso: diventare una versione migliore di sé. Siamo certi che spingendoci al limite, non trasformiamo solamente il nostro corpo ma la nostra intera vita”.

Una gara piena di grinta, passione, voglia di dare il massimo e superare i propri limiti, ma con sudore, coraggio, fatica e tanta adrenalina perché il percorso lo scoprirai solo partecipando, perché gli ostacoli sono la vera sorpresa del percorso, tra muretti da scavalcare senza appiglio, tra salite scoscese piene di fango, tra sacchi e grossi massi da trasportare, tra filo spinato pronto a farti male e pozze di fango da attraversare.

Tutto questo è Spartan Race!

13 commenti:

  1. Un'esperienza unica. Prossimo anno proverò la 5 km. Mi piace mettermi in gioco e sfidare me stessa!

    RispondiElimina
  2. Ciao cara
    Certo che per chi ha partecipato deve essere stata davvero una bella esperienza e deve aver avuto una bella resistenza.
    Io per esempio non ce l'avrei mai fatta.
    Bell'iniziativa e complimenti a chi l'ha realizzata
    Un bacione
    La Fra

    RispondiElimina
  3. Un bellissimo evento all'insegna della dinamicità e dello sport...mi piacerebbe assistervi in prima persona

    RispondiElimina
  4. iniziativa bellissima, mi piacerebbe davvero tanto partecipare a qualcosa del genere.

    RispondiElimina
  5. è durissima, conosco qualcuno che ha partecipato, ma è anche una bella sfida con sè stessi!!

    RispondiElimina
  6. Davvero una iniziativa fantastica, mi sarebbe piaciuto partecipare

    RispondiElimina
  7. Wow deve essere stata una bellissima esperienza e particolare :D

    RispondiElimina
  8. Assolutamente un'esperienza che mi piacerebbe molto vivere, anche per l'adrenalina che si prova e che si vive

    RispondiElimina
  9. Ciao cara bella e allo stesso tempo impegnativa questa competizione...una vera sfida con se stessi ed i propri limiti. Complimenti a tutti i partecipanti!

    RispondiElimina
  10. wow! davvero un esperienza avventurosa! io non ne sarei mai capace!

    RispondiElimina
  11. Io onestamente non lo farei mai, comunque vedo con piacere delle facce divertite e soddisfatte

    RispondiElimina
  12. Non conoscevo questo tipo di attività ci vuole forza e determinazione, bello davvero. Grazie

    RispondiElimina
  13. Bellissimo!!!! La prossima volta faccio partecipare il mio Edo!!!! :)

    RispondiElimina

Thank you so much for this comment. Stay tuned and see you!!
Roberta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015