venerdì 17 aprile 2015

VALCALEPIO BLOGGER TASTING AL VINITALY 2015



Qualche settimana fa ho vissuto un Vinitaly 2015 spumeggiante nella Piazza Valcalepio, all'interno del PalaExpo Lombardiaper un blogger tasting incredibile.
Per chi mi ha seguita sui social networks (Facebook, Twitter, Instagram, G+) tramite gli hashtag #ValcalepioBloggerTasting e #ValcalepioAVinitaly avrà vissuto con me "live" questa indimenticabile esperienza. 

La partecipazione del Consorzio Tutela Valcalepio al Salone Internazionale del Vino e dei Distillati in forma congiunta con la sempre apprezzata e confermata formula della Piazza, luogo di incontro e confronto per eccellenza, giunge quest’anno al traguardo dei 18 anni.


“Il Consorzio ha sempre creduto nell'importanza di questo tipo di manifestazione” ha sottolineato il Presidente, Emanuele Medolago Albani, “e la formula dello stand collettivo, fortemente voluta dal Presidente Onorario Bonaventura Grumelli Pedrocca già nel 1998, permette alla nostra realtà enologica di dare spazio a tutti i produttori: dai più piccoli ai più grandi, senza penalizzare nessuno e dando a tutti la possibilità di esserci e di mostrarsi al meglio al pubblico di questa kermesse internazionale”.

Nel 2015 Piazza Valcalepio ha ospitato 13 aziende: Azienda Agricola Il Calepino, Azienda Agricola Il Cipresso, Azienda Agricola La Rovere, Azienda Vitivinicola La Tordela, Azienda Agricola Tallarini, Azienda Agricola Tosca, Azienda Vitivinicola Medolago Albani, Azienda Vitivinicola Cascina del Bosco – Lorenzo Bonaldi s.r.l, Cantina Sociale Bergamaca, Società Agricola Celinate, Società Agricola Locatelli Caffi, Villa Domizia – 4R e il Castello degli Angeli.

Non solo vino, il Consorzio Tutela Valcalepio, infatti, ha deciso di rinnovare la fortunata collaborazione con il marchio camerale Ristoranti Dei Mille Sapori di Bergamo che ha portato con sé a Verona 4 ristoratori (domenica 22 marzo la brigata del Ristorante Steak di Curno; lunedì 23 marzo Diego Pavesi, chef del Ristorante La Torre di Trescore Balneario, martedì 24 marzo la famiglia Amaddeo del Ristorante Da Mimmo in Bergamo e mercoledì 25 marzo la Trattoria Falconi di Ponteranica) che hanno deliziato il pubblico di Vinitaly con una serie di piatti della tradizione orobica reinterpretati in chiave contemporanea. Il tutto affiancato dalle specialità del territorio delle aziende I.B.S. – Cà del Botto, Casera Monaci, Latteria Sociale di Calvenzano in abbinamento al Pane del Palma creato da ASPAN Bergamo.

A dare ancora maggior rilievo alla tradizione enogastronomica bergamasca, dopo il grande successo riscosso con l’edizione 2014, che ha visto il Valcalepio aggiudicarsi il titolo di Consorzio più social di una delle giornate di Vinitaly, è stato riproposto il #ValcalepioBloggerTasting a cui ho avuto il piacere di partecipare. La formula, ideata e brevettata lo scorso anno, prevedeva la creazione di un momento di incontro e confronto tra Wine e Food Bloggers, produttori e ristoratori. Quest’anno, inoltre, il Consorzio Tutela Valcalepio contava su un partner d’eccezione: l’Associazione Italiana Food Blogger che ha sposato l’iniziativa con entusiasmo.

Tra le varie giornate a cui poter partecipare, ho scelto l'ultimo giorno di fiera, Mercoledì 25 marzo 2015, una giornata interamente dedicata a Veronelli & il Valcalepio, grazie alla collaborazione con il Comitato Decennale Luigi Veronelli.

Per chi non conoscesse Luigi Veronelli (Milano, 2, febbraio, 1926; Bergamo, 29, novembre, 2004), dovete sapere che è stato un enologo, cuoco, gastronomo, e scrittore italianoViene ricordato come una delle figure centrali nella valorizzazione e nella diffusione del patrimonio eno-gastronomico italiano. Antesignano di espressioni e punti di vista che poi sono entrati nell'uso comune e protagonista di caparbie battaglie per la preservazione delle diversità nel campo della produzione agricola e alimentare, attraverso la creazione delle De.Co. (Denominazioni Comunali), le battaglie a fianco delle amministrazioni locali, l'appoggio ai produttori al dettaglio.


Una giornata interessante con ai fornelli la TRATTORIA FALCONI di Ponteranica con Marco (sommelier) e Giorgio (cuoco).

Il menù del giorno prevedeva:

1. SALUMI MISTI di Ca' del Botto. 


Il prosciutto crudo, il salame lavorato a caldo, il lardo e le pancette di Cà del Botto sono prodotti secondo le regole della tradizione più antica con abbinamento un ottimo Villa Domizia Brut Millesimato, un vino spumante ottenuto da uve Chardonnay e Incrocio Manzoni; prodotto con il tradizionale METODO CLASSICO di rifermentazione in bottiglia, con un affinamento a contatto con i lieviti di 24 mesi. 
Colore giallo paglierino chiaro con riflessi lucenti. 
La sua profumazione ricorda molto la crosta di pane, lievito, miele di acacia e vaniglia. 
La sua spuma cremosa lo rende molto elegante e la sua "evoluzione" gli dona caratteristiche di eccellenza che lo porta ad essere un vino di grande classe.
Ottimo come aperitivo, accompagna egregiamente, oltre a deliziosi salumi, anche crostacei e piatti a base di pesce.


2. RISO E RAPE. Veronelli era nato a Milano patria del risotto e adorava le umili e gustose rape bianche. La ricetta tradizionale in brodo di origini comuni ai territori milanesi e bergamaschi è stata rivisitata da Giorgio Falconi che l’ha trasformata in un gustoso risotto.
Abbinamento perfetto con un vino bianco "Vigneti della Polisena" dell'Azienda Agricola Tosca, Chardonnay 70%, Pinot grigio 30%, vino di coltivazione biologica.
L’escursione termica dei vigneti collocati alla sommità della “riera”, il clima fresco e ventilato donano profumo e freschezza in una struttura da non sottovalutare.
Dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini, profumo intenso, franco sentore di mela verde evidenzia caratteristiche primarie di fiori e frutti bianchi; al gusto fresco e di buona sapidità.
La sua spiccata freschezza sostiene piacevolmente entrè stuzzicanti in accompagnamento a Mortadella e Branzi poco stagionato a cubetti, Formaggelle giovani, salumi "dolci" come il Lardo della bergamasca e il Culatello di Zibello, fritti di pesce e verdure, Farfalle piselli e prosciutto, Risotto Taleggio e rosmarino, Tortelli di zucca, Gamberoni ai ferri.

3. IL LESSO E  LA SALSA VERDE DI TRATTORIA FALCONI, eseguiti seguendo la ricetta che Veronelli aveva apprezzato nella sua ultima visita al loro locale. 

Abbiamo abbinato questo secondo piatto con un Valcalepio Rosso Riserva DOC dell'Azienda Locatelli Caffi.Prodotto solamente nelle migliori annate ed in quantità ridotte, questo vino invecchia almeno un anno in botti di rovere ed è posto in commercio non prima del terzo anno successivo la vendemmia.Si differenzia dal confratello Valcalepio Rosso DOC per tonalità e profumi più evoluti nonché per la maggior serbevolezza.Il gusto è pieno, morbido e continuo, con uvaggioMerlot (40%), Cabernet Sauvignon (60%) "taglio bordolese". Il colore è rosso rubino, abbastanza carico, riflessi tendenti al granato e dalla profumazione intensa dal quale emergono la confettura di marasche e la vaniglia su tenui note speziali (cannella).Tra gli altri abbinamenti possibili troviamo i brasati e salmì, la selvaggina arrosto, le carni rosse in genere ed i formaggi stagionati.

4. BILIGÒCC CREMOSI. Una ricetta creata in onore di Veronelli che utilizza i biligòcc da lui tanto amati rendendoli cremosi e freschi quasi come un gelato, il suo dessert preferito. Abbinamento perfetto si ha con MATISSE Vino Spumante Aromatico di Qualità di Cantina Sociale Bergamasca. 
Vino spumante rosso, dolce, ottenuto da uve Moscato di Scanzo secondo la tradizionale fermentazione in grandi tini (METODO CHARMAT). Ideale come vino da dessert. 
Uvaggio: 100% Moscato di Scanzo 
Le uve vengono selezionate e vendemmiate a mano, segue la pigiatura e la diraspatura. La presa di spuma avviene, partendo dal mosto, secondo il METODO CHARMAT. Segue la filtrazione e l’imbottiglimento e tappatura con tappo a fungo.


Oltre a queste pietanze con relativi vini abbiamo avuto modo di conoscere i formaggi che questa terra offre. Tra questi una rarità che è stato esposto per tutte le giornate del Vinitaly in una teca ed assaggiato solo in alcuni momenti prestabiliti. Si tratta di un formaggio speziato  caseificato secondo una ricetta antichissima (1753) ritrovata in una casera di alpeggio bergamasca: il Formaggio Nero della Nona.


Si presenta in crosta con odori persistenti di abete e pepe, sotto-crosta ambrata, di pasta giallo/dorata, arricchita con grani di pepe interi. Emana un aroma deciso, con sentori floreali, d'incenso e miele. Il sapore è forte e pieno e porta con sè un leggero retrogusto amarognolo, aromi di sottobosco e speziata.

Questo ed altri formaggi sono stati accompagnati da Perseo, Valcalepio DOC Moscato Passito di Cantina Sociale Bergamasca.
Il moscato di Scanzo rappresenta sicuramente l'emblema della viticoltura autoctona bergamasca. L'appassimento delle uve e la particolare vinificazione permettono di ottenere un prodotto di un colore rosso rubino con riflessi granati, dal profumo intenso e speziato dove spiccano note di rosa, uva passa e frutta matura. 
Al palato presenta una grande concentrazione e persistenza. La dolcezza è supportata da una piacevole e fragrante acidità che, unita al gusto pieno e rotondo lo rende eccellente abbinamento di formaggi maturi, pasticceria secca e cioccolato fondente. Servire a 8-10 °C.



Questo blogger tasting è stato davvero interessante per capire come degustare i vini in base alle pietanze ed i formaggi in base alla loro consistenza, dolcezza e stagionatura.

I prodotti erano di ottima qualità, ben strutturati e perfetti gli abbinamenti. Ringrazio il Consorzio Tutela Valcalepio per questa esperienza, Giorgio e Marco della Trattoria Falconi e tutte le persone che si sono prodigate nel farci interpretare i sapori e gli odori di ogni singolo prodotto.

27 commenti:

  1. wow che bella opportunità partecipare..e quante cose buone! :D

    Diary of a fashion stylist

    RispondiElimina
  2. che giornata interessante, deve essere bellissimo poter assaggiare tante specialità e conoscerne l'origine e la storia!

    RispondiElimina
  3. Io ti ho seguita sui social e mi sono divertita. Hai raccontato tante storie. Non conoscevo i prodotti ed i vini della valle bergamasca. A quanto pare sono ottimi. Sei uscita un pò brilla? 5 pietanze, 5 vini. Complimenti!

    RispondiElimina
  4. quanti prodotti invitanti...non conoscevo i vini valle bergamasca sembrano di ottima qualità...chissà che bella degustazione!

    RispondiElimina
  5. Ecco ci sarei voluta venire anche io, ma a causa del tirocinio universitario non ce l ho fatta!!:) baciiii

    RispondiElimina
  6. La prossima volta portami con te adoro questi eventi. Deve esser stato molto interessante.

    RispondiElimina
  7. Quante specialità :) questi eventi sono molto interessanti :)

    RispondiElimina
  8. mamma mia quante cose buonissime *_*
    sarà stato fighissimo
    xoxo

    RispondiElimina
  9. Deve essere stata un'esperienza davvero interessante!
    Fabrizia - Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
  10. Quante cose invitantii!
    Marta
    http://www.beautyandnail.blogspot.it/

    RispondiElimina
  11. un evento davvero molto interessante. mi sarebbe piaciuto essere lì
    www.chepostdici.com
    Klay

    RispondiElimina
  12. è un evento davvero a cui vorrei partecipare.. complimenti per il post
    www.chepostdici.com
    Klay

    RispondiElimina
  13. Evento davvero fenomenale, ti invidio quanto avrei voluto esserci! Tutto splendido❤️❤️❤️

    RispondiElimina
  14. Che bello conoscere dei prodotti tipici e di qualità, il vino poi, quello rosso, io lo adoro! :-) A smile please

    RispondiElimina
  15. ma che evento magnifico, che ben di Dio , tutto buonissimo.

    RispondiElimina
  16. Che belli questi eventi, e che fame mi hai fatto venire! tutto bello, buono e divertente :)

    RispondiElimina
  17. Penso sia stata proprio una bella esperienza

    RispondiElimina
  18. Mamma mia che bontà.... mi è venuta una fame!!!

    RispondiElimina
  19. Il Vinitaly è un evento interessante. La tua è stata una bella esperienza. Complimenti!

    RispondiElimina

Thank you so much for this comment. Stay tuned and see you!!
Roberta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015