lunedì 26 maggio 2014

PASTA ALLA NORMA

Nuova rubrica, prima ricetta. Oggi vi parlo della Pasta alla Norma. Non potevo che cominciare con un piatto tipico della mia Terra natia: la Sicilia. La pasta alla norma è un primo piatto di origine siciliana, esattamente una specialità di Catania (la mia città), omaggio alla più famosa e bella opera del celebre compositore catanese Vincenzo Bellini: la Norma. 


Questo piatto di pasta, facile da preparare con pochi e semplici ingredienti, racchiude i profumi della Sicilia ed un gusto unico.


E' un primo piatto particolarmente indicato come pasto estivo, sia per la reperibilità dei suoi ingredienti principali (pomodori, melanzane e basilico), che per il sapore fresco che lo caratterizza.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
320 gr di eliche (o penne rigate)
melanzane medie
800 gr di pomodori maturi per salsa
ricotta salata 
2 spicchi di aglio 
basilico 
sale 
olio extravergine di oliva


PREPARAZIONE





Lavate e spuntate le melanzane, tagliatele a fette di 4/5 mm di spessore. Ponetele in un colapasta cospargendole di sale grosso, copritele con un piatto e sistemate al di sopra di esse un peso, per almeno mezz'ora.




Mentre siete in attesa che le melanzane spurghino, preparate la salsa con i pomodori freschi maturi, mettendo in un tegame l'aglio a dorare assieme all'olio. Appena l'aglio è dorato, aggiungete i pomodori  tagliati a cubetti, dopo averli pelati e privati dei semi. Fateli cuocere a fuoco lento; una volta spento il fuoco, aggiungete le foglie di basilico fresco per profumare.







Sciacquate le melanzane sotto acqua fredda,  asciugatele per bene con un canovaccio, tagliatele a dadini e friggetele in olio extravergine d'oliva ben caldo ma non bollente, fino a farle dorare. Mettete le melanzane su della carta assorbente da cucina per far perdere l'olio in eccesso. 





Adesso mettete a lessare la pasta in abbondante acqua salata e grattugiate la ricotta, mettendola da parte. Unite le melanzane in una padella a qualche cucchiaio di  sugo di pomodoro e, quando la pasta sarà al dente, scolatela ed unitela al condimento in padella; fate saltare per un minuto e impiattate la pasta ricoprendola con il restante sugo di pomodoro, qualche cubetto di melanzana, della ricotta salata grattugiata, e alcune foglie di basilico fresco.


Il pranzo è servito. Che ne pensate?

34 commenti:

  1. Penso che sia fantastico!! Io quando la preparo non friggevo le melanzane, ma la prossima volta la faccio come suggerisci tu dono sicura che sarà mille volte più gustosa!! Baci Elisabetta

    RispondiElimina
  2. Penso che la divorerei solo con lo sguardo! Adoro la pasta alla norma, la mangio spesso anche io in estate, mi hai fatto venire una gran fame!:) Un bacione Roberta!:*

    RispondiElimina
  3. sembra una ricetta deliziosa <3
    bacioni
    http://www.milanotime.net

    RispondiElimina
  4. un'ottima idea per la cena di stasera!
    bacio

    RispondiElimina
  5. a me piace tantissimo la faccio spesso!!!
    www.mrsnoone.it
    kiss

    RispondiElimina
  6. E' una ricetta fantastica, mi piace moltissimo questo piatto!
    Alessia
    THECHILICOOL

    RispondiElimina
  7. Una delle ricette che faccio più di frequente!
    Fabrizia – Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
  8. Che bontà!!!!!
    Mi piace troppo questa ricetta.
    Un bacione
    Maggie D.
    The Indian Savage Diary

    RispondiElimina
  9. ricetta stupenda ora mi hai fatto venire fame

    RispondiElimina
  10. Adoro la cucina siciliana, e questo è uno dei piatti prelibati che non si dimenticano una volta assaggiati!
    Buona serata
    Alessandra
    http://stylosophia.wordpress.com

    RispondiElimina
  11. Adoro la cucina siciliana, e questo è uno dei suoi piatti che una volta provati non si dimenticano!
    Buona serata
    Alessandra
    http://stylosophia.wordpress.com

    RispondiElimina
  12. Una dei miei patti preferiti, davvero ottima la pasta alla norma!
    Daniela - The Fashion Kaos

    RispondiElimina
  13. Ho visto la foto su ig e mi ispirava proprio, adoro questa nuova rubrica!

    RispondiElimina
  14. Non sai quanto tempo è che voglio farla, finalmente ora ho una ricetta ;)

    RispondiElimina
  15. pasta alla norma, la nostra Catania, ho sempre i brividi !!!!!
    mmmmm e la ricotta salata ..... che fame : è uno dei miei piatti preferiti
    bacio
    unconventionalsecrets.blogspot.it

    RispondiElimina
  16. Che buona la pasta alla Norma , la tua è davvero favolosa , complimenti cara . Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  17. mi segno subito la ricetta! sai che non l'ho mai fatta??

    RispondiElimina
  18. buonaaa! è un sacco che non la mangio, anche se preferisco la variante con le melanzane al forno piuttosto che fritte ;)

    RispondiElimina
  19. buonissima, l'ho mangiata diverse volte ma non ho provato mai a farla...ci proverò

    RispondiElimina
  20. Mmm.. Da buona forchetta ti dico: "Che bontà!!! "

    RispondiElimina
  21. che bontà questa ricetta, mi piace:) baciii

    RispondiElimina
  22. Tesoro che buona che è *-*
    Un bacione

    Carolina

    www.theworldc.com

    RispondiElimina
  23. Chissà che buono, poi tra poco è ora di cena.. che languorino :D

    RispondiElimina
  24. che fame a veder e leggere tutta questa bontà !

    RispondiElimina
  25. Un classico intramontabile, la "pettite robe noire" delle paste! :)
    Sara
    http://www.downtownmood.com/

    RispondiElimina
  26. Ho avuto il piacere di mangiarla in Sicilia e devo dire che sono rimasta estasiata!
    Carmen

    www.iltoccoglam.it

    RispondiElimina
  27. Mi piace l'idea che ci siano ingredienti "dietetici" xoxo D.

    RispondiElimina
  28. La pasta alla norma è buonissima! :P

    RispondiElimina

Thank you so much for this comment. Stay tuned and see you!!
Roberta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015