sabato 11 febbraio 2012

MOSES BRIDGE E LA SEPARAZIONE DELLE ACQUE

03

No, i tuoi occhi non ti stanno ingannando; le acque si sono separate!

01


Questo incredibile ponte "immerso" si trova nei Paesi Bassi ed attraversa le acque del fossato nel Forte di Roovere.


02


L’impatto visivo è sicuramente più che straordinario.


04


Progettato dagli architetti RO & AD, il “Moses Bridge” (Ponte di Mosè) consente ai pedoni di passare in mezzo alle acque senza bagnarsi.





Il ponte è stato progettato interamente in legno Accoya, un particolare tipo di legno ad alta tecnologia che sembra essere più resistente e durevole proprio perchè realizzato con legni tropicali. Inoltre, è dotato di un rivestimento esterno non tossico e anti–fungo.











Il Moses Bridge è uno straordinario esempio di come l’antropico riesca a mimetizzarsi nel paesaggio, oltre che per il singolare progetto.




Il concept è molto interessante, e l’esperienza che si prova anche solo vedendolo da lontano è veramente unica. Tutto ciò che vedete è una linea marcata nel paesaggio che però non interrompe il punto di vista della zona.




Ad Kil, un portavoce per gli architetti RO & AD, ha dichiarato: “The fort now has a new, recreational function and lies on several routes for cycling and hiking."

"Of course, it is highly improper to build bridges across defensive moats, especially on the side of the fortress the enemy was expected to appear on."

"That's why we designed an invisible bridge. Its construction is entirely made of wood, waterproofed with foil. The bridge lies like a trench in the fortress of the moat, which is shaped to blend in with the outlines of the landscape."

"The bridge can't be seen from a distance because the ground and the water come all the way up to its edge.”


07


Ha poi aggiunto: “When you get closer, the fortress opens up to you through a narrow trench. You can then walk up to its gates like Moses on the water.”


08

2 commenti:

  1. Meraviglioso! E' quasi incredibile, non avevo mai visto un ponte del genere!

    RispondiElimina
  2. Molto particolare nel suo genere...e soprattutto "impatto zero"!
    buona domenica riccardo!

    RispondiElimina

Thank you so much for this comment. Stay tuned and see you!!
Roberta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Metamorphose Concept oggi ci spiega una delle ricette più semplici ma efficaci per condire la pasta fresca, in questo caso l'agnolotto Gran Torino! Quindi che aspettate? Prendete nota e provate! Ricetta dedicata al banco di Michele di San Mauro! ;)

Posted by Pasta & Company on Venerdì 24 luglio 2015